CNIL sanziona Google per violazione delle disposizioni del GDPR

Il 21 gennaio 2019, il Garante Privacy francese (“CNIL”) ha comminato una sanzione di 50 milioni di euro nei confronti della società GOOGLE LLC. Per la prima volta il CNIL ha applicato i nuovi limiti di sanzioni previsti dal GDPR. L'importo deciso e la pubblicità della sanzione sono stati giustificati dal CNIL per la gravità delle violazioni individuate riguardo ai principi essenziali del GDPR: trasparenza, informativa e consenso. Il 25 e il 28 maggio 2018, le associazioni No of Your Business (“NOYB”) e La Quadrature Du Net (“LQDN”) hanno presentato al CNIL due reclami contro GOOGLE, sottolineando la mancanza di una valida base giuridica per il trattamento dei dati personali degli utenti per scopi di targeting pubblicitario. CNIL ha prontamente verificato la conformità delle operazioni di trattamento implementate da GOOGLE con il French Data Protection Act e il GDPR analizzando il modello di navigazione di un utente e i documenti a cui può accedere, quando crea un account GOOGLE, usando Android. Sulla base delle ispezioni effettuate, il CNIL ha individuato due tipi di violazioni del GDPR: Violazione degli obblighi di trasparenza e informativa Le informazioni fornite da GOOGLE non sono facilmente accessibili per gli utenti in quanto le informazioni essenziali [...]